Nel quadro del programma “Community Relations”, che vede impegnati i militari della base americana di Sigonella in progetti di socializzazione linguistico/interculturale con studenti del nostro istituto, in data 17 gennaio abbiamo avuto il piacere di ospitare, nel plesso di via Raccuglia, un gruppo di Marines accompagnati dal Dott. Lunetta, Responsabile Relazioni Esterne della base. Alcuni studenti delle classi 4F ENO, 5F ENO e 5F SV, insieme alle professoresse Annino e Nobile, sono stati impegnati in attività di conversazione e scambio linguistico.

In un primo momento i nostri ragazzi hanno assistito ad una presentazione multimediale in lingua inglese sull’importanza di una nutrizione sana ed equilibrata. Questa è stata l’occasione per porre ai nostri ospiti delle domande sulle loro abitudini alimentari e confrontarle con le nostre.

La fase successiva del progetto ha previsto una modalità di lavoro in piccoli gruppi: in una classe appositamente organizzata, i nostri alunni hanno “ospitato” a rotazione i militari presso il loro gruppo e hanno posto loro – ma anche ricevuto! – domande su tematiche di vario genere, dalla famiglia, al tempo libero, alla musica, il tutto in una forma di entusiastico e coinvolgente scambio linguistico-culturale.

         

La riposta al progetto è stata più che positiva: i nostri ragazzi si sono divertiti a “giocare” con la lingua, chi in maniera più fluida, chi con qualche difficoltà in più, hanno toccato con mano l’importanza della conoscenza di una lingua straniera come veicolo di scambio linguistico e culturale, e hanno fatto esperienza, in maniera leggera ma appassionata, con un entusiasmo trascinante, di incontro e condivisione con una cultura diversa e di abbattimento di pregiudizi stereotipati.

A conclusione dell’incontro i militari sono stati ospiti del nostro istituto che si è distinto sia in sala, per il servizio, che in cucina, per le pietanze proprie della nostra tradizione culinaria che i nostri ospiti hanno potuto degustare, ulteriore elemento di scoperta e condivisione nell’ottica dello scambio culturale. Si ringraziano, pertanto, i professori Leonardo e Papotto che hanno guidato egregiamente gli alunni delle classi 2H e 3E ENO, nonchè tutto il personale scolastico che ha contribuito alla buona riuscita dell’evento.